Serie A e covid, assemblea Lega: nuove regole stadi

·2 minuto per la lettura

E' stata convocata una assemblea d'urgenza della Lega di Serie A per discutere dell'emergenza Covid dopo la telefonata di ieri del presidente del Consiglio Draghi col n.1 della Federcalcio Gravina, tra i temi all'ordine del giorno "delibere in ordine alla partecipazione del pubblico alle gare".

Nel corso della telefonata di ieri, Draghi, da quanto si apprende, si è detto preoccupato della situazione del calcio alle prese con l’aumento dei contagi per il Covid e ha invitato il presidente della Federcalcio alla collaborazione, con la sollecitazione a valutare la sospensione del campionato o lo svolgimento delle partite a porte chiuse. La decisione è rimessa, si puntualizza, alla Federazione. Nel colloquio Gravina ha spiegato quanto stava avvenendo, confermando la momentanea sospensione e rinvio di gare di Serie B e C, e della volontà della Serie A di andare avanti anche per le difficoltà legate al calendario.

Nel frattempo, nessuno 0-3 a tavolino, almeno per il momento, è stato assegnato per le quattro gare della 20esima giornata non disputate giovedì. Lo ha deciso il giudice sportivo di Serie A. In una nota viene specificato che Atalanta-Torino, Bologna-Inter, Fiorentina-Udinese e Salernitana-Venezia sono 'sub iudice'. Il prossimo 18 gennaio verrà presa una decisione sul ricorso della Salernitana per la gara non disputata lo scorso 21 dicembre contro l'Udinese, a rende ancora noto il giudice sportivo di Serie A in una nota: "Il giudice sportivo rende noto che in data 18 gennaio 2022 si pronuncerà in merito al ricorso della società Salernitana relativo alla gara sopra indicata, e che ha invitato le parti a precisare le conclusioni e a depositare documentazione nei termini previsti dal Codice di Giustizia Sportiva".

Quanto ai quattro ricorsi presentati contro i provvedimenti delle Asl locali, i Tar di Piemonte, Campania e Friuli Venezia Giulia danno ragione alle Lega calcio togliendo di fatto dal regime di quarantena i giocatori di Udinese, Torino e Salernitana negativi al tampone che non sono più in isolamento. Il Tar dell'Emilia conferma invece la quarantena per il Bologna.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli