Covid Campania, infettivologo Chirianni: "Situazione grave"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

La Campania 'balla' tra zona gialla e arancione, "ma la situazione in questo momento è grave, alcune strutture ospedaliere a Napoli sono affollate e i medici sotto stress". Lo afferma all'Adnkronos Salute Antonio Chirianni, ex presidente della Simit (Società italiana di malattie infettive e tropicali) e primario emerito di Malattie infettive dell'Azienda ospedaliera dei Colli-Presidio Cotugno di Napoli. Oggi potrebbe essere varata dal Governo una nuova 'mappa a colori' dell'Italia e alcune Regioni potrebbero subire una stretta sulle misure.

"La possibilità che la Campania passi dalla zona gialla a quella arancione cambia poco o nulla se non vengono rispettate e non si fanno rispettare le misure e le regole previste dal Governo - aggiunge Chirianni - E' passato un messaggio sbagliato, la zona gialla non vuol dire semaforo verde, non vuol dire puoi fare quello che vuoi. Io abito in centro a Napoli e le immagini della folla in Via Toledo nel weekend sono vere. Così non va - rimarca - Occorre più rigore ma anche più attenzione da parte della politica che deve dare messaggi precisi alla popolazione senza perdersi in polemiche che, soprattutto oggi, non servono a nessuno".