Covid, Casa Bianca: le nuove regole per i viaggi verso gli Usa

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 ott. (askanews) - La Casa Bianca ha illustrato le nuove regole per i viaggiatori stranieri che si spostano verso gli Stati uniti in vista della cancellazione delle restrizioni di viaggio in vigore dal 2020 con l'inizio della pandemia. Il piano di riapertura delle frontiere ai voli dall'estero, che parte dall'8 novembre, prevede che la quasi totalità dei visitatori stranieri sia vaccinata contro il Covid.

Attualmente non possono viaggiare verso gli Stati uniti i cittadini provenienti dal Brasile, dalla Cina, dal Sudafrica, dal Regno unito da 26 Paesi dell'area Schengen in Europa, dall'Irlanda, dall'India e dall'Iran. La decisione di riaprire le frontiere, firmata dal presidente Joe Biden ieri, prevede che le compagnie aeree verifichino lo status vaccinale prima della partenza dei voli.

"E' nell'interesse degli Stati uniti fare un passo avanti rispetto alle restrizioni previste nel periodo della pandemia da Covid-19 e adottare una politica di viaggio che si basi prima di tutto sulla vaccinazione per una ripresa sicura del traffico aereo internazionale verso gli Stati uniti", ha detto Biden.

Le compagnie aeree dovranno confermare che il certificato vaccinale sia stato rilasciato "da una fonte ufficiale" almeno due settimane prima della partenza. Saranno accettati i vaccini approvati dai regolatori Usa. I cittadini non vaccinati, anche gli americani, dovranno mostrare un tampone negativo eseguito al massimo un giorno prima della partenza.

I minori sotto i 18 anni saranno esenti dalla richiesta di vaccinazione ma dovranno presentare un test negativo effettuato entro tre giorni dalla partenza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli