Covid, Casapound: "In piazza per manifestare, non per creare disordini, e ci saremo ancora"

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 15 apr. (Adnkronos) – “Bisogna rispettare la verità dei fatti, i giornalisti in questi ultimi giorni non lo hanno fatto. Il mio non è un attacco alla stampa, ma il mondo dell’informazione deve sforzarsi di capire cosa rappresenta CasaPound aldilà dei pregiudizi. Negli scorsi giorni siamo scesi in piazza solamente per manifestare. Casapound non era lì per creare disordini o per tirare bombe carta. Avevamo concordato la nostra presenza con #Ioapro e continueremo a stare in piazza al fianco dei lavoratori”. Lo ha detto il consigliere di CasaPound Luca Marsella tenendo questa mattina una conferenza stampa fuori Montecitorio.

“Noi pensiamo – ha poi aggiunto Marsella – che oggi l’unica soluzione sia aprire senza condizioni da subito. Ci auguriamo che durante la cabina di regia del governo Draghi che si terrà venerdì per parlare di riaperture, si potrà intravedere un po’ di luce. Se saranno fatti passi in avanti sarà merito anche di questa piazza e delle sue manifestazioni”.