Covid, Cattaneo: task force per supplire alle mancanze governo

Mch

Milano, 14 lug. (askanews) - "Regione Lombardia a met marzo ha dovuto prima lanciare un appello pubblico e poi istituire una task force per occuparsi del reperimento dei dispositivi di protezione individuale: lo abbiamo dovuto fare in supplenza alle mancanze del governo". Lo ha detto l'assessore all'Ambiente della Lombardia, Raffaele Cattaneo, durante una informativa al Pirellone sulla fornitura di camici sulla quale indaga la procura di Milano.

L'esecutivo, ha attaccato Cattaneo, "il 31 gennaio ha dichiarato lo stato di emergenza. Dov' sta questa immediatezza di intervento, cosa abbiamo visto in Lombardia? Il primo atto la nomina del commissario Arcuri il 17 marzo un mese e mezzo dopo aver dichiarato lo stato di emergenza: avremmo potuto rimanere sul divano di fronte a questa inadempienza e non l'abbiamo voluto fare", ha detto.

Cattaneo, che era a capo della task force, ha detto che "compito della politica la tutela dell'interesse pubblico: in quel momento il pi importante dovere era assicura ai medici e personale sanitario gli strumenti di protezione che purtroppo da altre parti non arrivano. Se questo era l'interessa pubblico - si chiesto Cattaneo rivolgendosi ai consiglieri - quanti di voi avrebbero subordino interesse ad altre questioni? Nessuno".

Per l'assessore all'Ambiente, "se c'era uno stato di emergenza a livello nazionale quanto pi era giustificato nella nostra Regione: essere stati colpiti in maniera cos virulenta dalla pandemia non pu essere una colpa - ha detto - Abbiamo dovuto operare in condizioni di emergenza in scenario che richiedeva interventi straordinari".

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.