Covid, centri commerciali al Tar: annullare chiusura nei week end

fcz
·1 minuto per la lettura

Milano, 29 ott. (askanews) - Sarà battaglia legale contro la decisione di Lombardia e Piemonte di imporre la chiusura dei centri commerciali nel fine settimana. Il Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali (Cncc) ha infatti presentato due ricorsi ai Tar di Lombardia e Piemonte nella speranza di ottenere l'annullamento dei provvedimenti giudicati "illegittimi" e "ingiustificati". Secondo quanto riferito dall'associazione, entrambi i ricorsi sono stati sottoscritti dagli operatori che rappresentano 120 strutture associate attive in Lombardia e Piemonte per un totale di 5.263 attività commerciali e 98.407 occupati, di cui 73.793 addetti diretti. "Il Cncc, in rappresentanza dell'intera filiera dei centri commerciali (proprietari, gestori, negozianti, fornitori di beni e servizi) - riferisce l'associazione in una nota - ha valutato necessaria un'azione legale per chiedere l'annullamento dei provvedimenti, allo scopo di tutelare i lavoratori e gli operatori del settore, gravemente colpiti dalle due ordinanze regionali che prevedono la chiusura dei centri commerciali nel weekend". Due ordinanze che "hanno già generato un drastico calo degli ingressi giornalieri e andranno ad aggravare ulteriormente l'attività delle strutture, in quanto accrescono in maniera ingiustificata i timori sulla reale sicurezza dei centri commerciali, generando un impatto negativo anche sugli afflussi e sulle vendite nei giorni infrasettimanali e vanificando gli ingenti investimenti e gli sforzi compiuti finora per garantire la tutela di clienti e lavoratori che operano in questi luoghi".