Covid: Cetti Galante (Intoo), 'strategia della giraffa cambiare orizzonte nel lavoro e non solo'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 5 mag. (Labitalia) – Con la pandemia si è creata una cesura profonda: nella vita di tutti c’è un prima e un dopo. In questo periodo ancora incerto occorre imparare a cambiare prospettiva e a guardare lontano, oltre le barriere e limiti, aprendosi a nuove possibilità che non si erano considerate prima. Perché anche dopo una battuta d’arresto, come quella della pandemia o la perdita del lavoro, le occasioni per trovare un nuovo equilibrio personale e lavorativo sono molte più di quante si pensi. Il punto sta nell’affrontare la ripartenza con ritrovata consapevolezza, entusiasmo, lucidità, fiducia in se stessi e un mindset aperto al cambiamento e all’esplorazione anche di strade nuove. Una metafora di questo modus vivendi è la giraffa, il cui lungo collo si è evoluto per permetterle di sopravvivere ai cambiamenti del suo habitat.

È così che si presenta 'La strategia della giraffa. Cambiare orizzonte nel lavoro-e non solo', il volume ed e-book di Cetti Galante, amministratore delegato di Intoo, la società di Gi Group holding. La tesi principale del libro è che bisogna sapere accogliere ogni cambiamento come un’opportunità per evolvere.

Partendo dalla ricentratura, ovvero dalla presa di coscienza dei propri punti di ricarica emotiva e delle proprie competenze, si invita ogni persona a coltivare le cinque skill fondamentali per l‘employability: l’autoconsapevolezza di cosa si è imparato, di cosa si può portare nel lavoro e di quale sia il proprio sogno, l’elasticità mentale per accogliere il cambiamento, la resilienza per assorbire energia dall’impatto e ritrovarsi in una condizione migliore, la proattività sulla propria formazione continua e l’orientamento al mercato per comprenderne i trend e una migliore visione di insieme. Solo così si può arrivare a porsi le domande giuste per trovare il coraggio della ripartenza o del cambio di rotta e, superando le paure, restare sempre agili e aperti alle diverse possibilità.

"L‘esperienza nel campo dell’outplacement – commenta Cetti Galante, amministratore delegato di Intoo – mi ha insegnato che la più grande differenza per affrontare una ripartenza è costituita dall’atteggiamento mentale del singolo . La pandemia ha rafforzato le mie convinzioni derivate dal pensiero sistemico; sono convinta che ogni persona sia unica e piena di potenzialità che vanno solo fatte emergere e messe in luce, per ritrovare lavoro o per cambiarlo, per perseguire un migliore equilibrio, un senso di scopo più profondo del proprio agire. Mi auguro che ciascuno possa ritrovare in questa lettura spunti utili per una nuova fase della propria vita all’insegna della fiducia, qualunque cambiamento sopraggiunga”.

Nel volume sono presenti anche le storie di 3 persone che hanno saputo accogliere cambiamenti non pianificati e non hanno esitato a intraprendere percorsi lavorativi in discontinuità con il passato, ritrovandosi di fatto più felici. Da ultimo una sezione di consigli pratici per realizzare un miglior equilibrio vita-lavoro o per intraprendere nuove strade: lanciare un progetto imprenditoriale, diventare consulenti freelance, crescere all’interno della propria azienda, cambiare o ritrovare lavoro.

I proventi del volume saranno devoluti a Homo faber, cooperativa sociale onlus operante all’interno della casa circondariale Bassone di Como, nata con l’obiettivo di offrire ai detenuti un’opportunità di recupero personale ed un’occasione di formazione e di sviluppo professionale

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli