Covid, chi vaccina di più in Europa? I dati

·2 minuto per la lettura
Getty
Getty

Prosegue la campagna vaccinale contro il Covid-19. Rispetto agli altri Paesi dell’Unione europea, l’Italia è nona in classifica per numero di popolazione vaccinata, dietro alla Spagna, ma davanti alla Francia e alla Germania. Nella settimana tra il 6 e il 12 settembre, sono state somministrate in media ogni giorno 240 mila dosi di vaccino. Un importante rallentamento rispetto a luglio, quando la media era di oltre 500 mila dosi, e una frenata se paragonata ai primi giorni di settembre, quando la media era di 275 mila.

Lo rivelano i dati diffusi dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) e quelli di Our world in data, un progetto dell’Università di Oxford.

Andando a osservare più nel dettaglio, nell’Ue le persone che hanno ottenuto almeno una dose di vaccino sono il 66%. Il Paese con i numeri migliori è il Portogallo, dove l’87% delle persone hanno ricevuto almeno una dose. L’Italia, con il 72% della popolazione con almeno una dose, è il nono Paese Ue più vaccinato. Lo Stato meno vaccinato di tutta l’Ue è la Romania, ferma al 28%.

GUARDA ANCHE: Vaccino Covid agli adolescenti: qual è il rischio?

Numeri simili anche per i dati sulla popolazione completamente vaccinata. Al primo posto c’è Malta all’81%, a cui seguono il Portogallo all’80% e la Spagna al 75%. L’Italia è al 67%, e fa meglio di Regno Unito (65%), Germania (62%) e Francia (62%).

Il vaccino più utilizzato nell’Ue è stato quello prodotto da Pfizer (460 milioni di dosi consegnate), seguito da AstraZeneca (93 milioni) e Moderna (82 milioni), infine Johnson & Johnson con 22 milioni. Ci sono poi due Stati che hanno utilizzato due vaccini non approvati dall’Agenzia europea per il farmaco (Ema): l’Ungheria ha ricevuto il vaccino cinese Sinopharm e il russo Sputnik, richiesto anche dalla Slovacchia.

GUARDA ANCHE: Vaccino e Covid, cosa fare se ti ammali dopo la prima dose?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli