Covid: in Cina aumento contagi, controlli per chi viaggia nel Guangdong

·1 minuto per la lettura
featured 1360486
featured 1360486

Pechino, 31 mag. (Adnkronos Salute) – Il governo cinese ha imposto controlli anti Covid-19 per chi viaggia nella provincia meridionale del Guangdong: chiunque lascerà la popolosa regione dovrà eseguire un test. La decisione è stata presa a seguito di un picco di infezioni che ha allarmato le autorità.

Il Guangdong, che confina con Hong Kong, ha registrato 20 nuovi casi nelle ultime 24 ore. I numeri sono piuttosto bassi rispetto a quelli di molti Paesi nel mondo, ma l'aumento ha scosso i leader cinesi che pensavano di avere sotto controllo l'andamento delle infezioni. Tutte le persone che, a partire dalle 22 di oggi, lasceranno questa regione in aereo, treno, autobus o mezzi privati, dovranno presentare i risultati di un test eseguito almeno 72 ore prima, come annunciato dal governo provinciale.

La Cina aveva allentato la maggior parte delle restrizioni sui viaggi interni dopo che il governo, lo scorso marzo, aveva dichiarato il virus sotto controllo. Il bilancio ufficiale delle vittime nel Paese è di 4.636 su 91.099 casi confermati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli