Covid, Cirio: da Regioni unanimità richieste di semplificazioni

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 gen. (askanews) - "Le richieste fatte al governo oggi ha trovato l'unanimità di tutte le Regioni italiane. Credo che questo sia già un segnale perché non c'è un migliore punto di osservazione di quello dei presidenti di Regione. Tutti siamo in trincea, apparteniamo a formazioni politiche diverse e se diciamo tutti la stessa cosa vuol dire che c'è un grande fondamento di verità". Lo ha detto il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, a margine della votazione per l'elezione del capo dello Stato, in Transatlantico dialogando con i cronisti.

Per il governatore piemontese "dobbiamo semplificare le regole della scuola perché noi vogliamo che i bambini e i ragazzi possano andare a lezione e soprattutto vogliamo che finalmente in concreto si attui quell'impostazione che, dalla scuola al lavoro, fino alla vita sociale, permetta a tutte le persone vaccinate e che stanno bene di poter andare a scuola, a lavorare, a fare sport e a vivere la loro vita".

Cirio ha poi ricordato che "domani è in programma un confronto tra Regioni e ministro della Salute, Roberto Speranza, mi permetto di dire che mi sembra di rivivere quel momento in cui, durante le altre fasi della pandemia l'Italia doveva ripartire. Il governo aveva presentato delle linee guida che noi avevamo ritenuto inattuabili e come Regioni ci siamo rimessi a riscrivere le linee guida delle riaperture e l'Italia è ripartita. Oggi le Regioni propongono la stessa cosa, con colori politici diversi ma con un'unaminità di visioni di chi vive la pandemia sul campo tutti i giorni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli