**Covid: Codacons, 'lockdown non vaccinati? Sarebbe folle, pronti a vie legali'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 nov. (Adnkronos) – "Il Codacons è totalmente contrario all’ipotesi di un lockdown per i non vaccinati sul modello dell’Austria". Lo afferma all'Adnkronos l’associazione dei consumatori, pronta alla battaglia legale contro qualsiasi misura del Governo che dovesse andare in tale direzione. "Siamo da sempre favorevoli alla vaccinazione anti-Covid, ma al tempo stesso siamo contrari alla violenza di Stato contro chi, in assenza di un obbligo di legge, decide di non vaccinarsi, cittadini che non sono certo estremisti no-vax, ma soggetti che hanno problemi di salute o che, per paura o altre motivazione, hanno scelto al momento di rimandare la vaccinazione", spiega il presidente Carlo Rienzi.

"Se infatti non esiste una norma nazionale che obbliga i cittadini a sottoporsi al vaccino contro il Covid, non possono esistere in un paese civile e democratico misure che puniscono i non vaccinati, attraverso una limitazione dei loro diritti riconosciuti dalla Costituzione", prosegue Rienzi. "Un lockdown nei confronti dei non vaccinati, infatti, violerebbe le più basilari regole costituzionali e sarebbe impugnabile dinanzi la giustizia – sottolinea il presidente dell'associazione– Una misura pericolosissima perché, di tale passo, lo step successivo potrebbe essere addirittura il carcere per chi, legittimamente, decide di non sottoporsi al vaccino. Per tale motivo il Codacons annuncia fin da ora una battaglia legale contro qualsiasi provvedimento del Governo che introdurrà un lockdown nei confronti dei non vaccinati".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli