**Covid: Codacons, 'stop a invasione tavolini bar e ristoranti, revocare permessi'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 giu. (Adnkronos) – Stop all’invasione di tavolini, sedie, pedane e ombrelloni installati da bar e ristoranti sul suolo pubblico di tutte le città italiane. A chiederlo il Codacons che, in considerazione degli sviluppi dell’emergenza Covid, ha presentato una diffida a Governo, Prefetture e Comuni affinché siano ritirate con effetto immediato le concessioni rilasciate ai locali in relazione all’occupazione di spazi pubblici. "Già con il decreto n. 34 del 2020 il Governo, per sostenere le imprese operanti nel settore della ristorazione, consentiva la posa in opera temporanea su vie, piazze, strade e altri spazi aperti di interesse culturale o paesaggistico di strutture amovibili, quali dehors, elementi di arredo urbano, attrezzature, pedane, tavolini, sedute e ombrelloni, purché funzionali all'attività di ristorazione, in deroga alle autorizzazioni previste dalla legge", ricostruisce il Codacons.

"Successivamente -prosegue l'associazione- il D.L. n. 104 del 14 agosto 2020, il Decreto Ristori e il DL Sostegni hanno confermato tali misure prorogando il termine per la posa in opera di strutture amovibili rispettivamente al 31 dicembre 2020, al 30 marzo 2021 ed infine al 31 dicembre 2021". A far data dal primo giugno 2021, tuttavia, "alle attività di ristorazione è stato permesso di aprire anche al chiuso, con la conseguenza che la presenza di spazi esterni non è più prevista come condizione essenziale per lo svolgimento dell’attività di ristorazione", osserva il Codacons.

"Di conseguenza l’occupazione di aree destinate al parcheggio e/o al passaggio pedonale che tuttora prosegue da parte di bar e ristoranti, e il correlativo sacrificio alla viabilità di numerose città italiane non appare più necessario, stante la possibilità per gli esercizi commerciali di svolgere l’attività al chiuso", è l'analisi del movimento dei consumatori.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli