Covid, Coldiretti: Sos vendemmia, test gratis a braccianti rumeni -2-

Red/Cro/Bla
·1 minuto per la lettura

Roma, 29 lug. (askanews) - Ferme restando le necessità di non abbassare l'attuale livello di attenzione alla sicurezza sanitaria, che condividiamo come cittadini e come imprenditori - scrive Prandini -, occorre trovare delle soluzioni alternative per evitare di compromettere gravemente il risultato dell'intera annata agraria. Le nostre imprese - continua il presidente della Coldiretti - si sono dette da subito disponibili a farsi carico dei costi per sottoporre al tampone i lavoratori stranieri così da dargli la possibilità di partecipare alle operazioni di raccolta, ovviamente in caso di risultato negativo. Una soluzione peraltro - ricorda Coldiretti - che va nella piena direzione della tutela della salute pubblica mentre a Roma scattano i test per i passeggeri dei bus provenienti dai paesi a rischio. Oltre alle operazioni di raccolta estive, che vanno dalla frutta agli ortaggi, il vincolo della quarantena potrebbe limitare anche gli arrivi per la vendemmia che tradizionalmente inizia in Italia ad agosto e continua in un percorso che - precisa la Coldiretti - prosegue a settembre ed ottobre con la raccolta delle grandi uve rosse autoctone Sangiovese, Montepulciano, Nebbiolo e che si conclude addirittura a novembre con le uve di Aglianico e Nerello. (Segue)