##Covid, Confartigianato Torino: Aiuto psicologico a commercianti

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Torino, 13 apr. (askanews) - Confartigianato Torino, in collaborazione con il Rotary Club Torino, dà il via allo sportello di supporto post-pandemico per le imprese. "L'iniziativa nasce da alcuni studi, condotti nei Paesi europei, che segnalano l'incremento della sindrome ansioso-depressiva negli imprenditori, artigiani e titolari di azienda, a causa del perdurare della pandemia da Covid-19 e dalle conseguenze economiche che ne derivano", spiega il presidente di Confartigianato Torino, Dino De Santis.

Il servizio parte come progetto pilota, aperto a una decina di persone, con "l'obiettivo - precisa il presidente - di intercettare un eventuale bisogno e allargarsi a una platea più ampia". Per questo è pensato come "un servizio per la collettività e possono usufruirne gratuitamente anche i non associati a Confartigianato".

Lo sportello psicologico si configura come un'attività di prevenzione per evitare lo sviluppo della sindrome ansioso-depressiva ed è indirizzato, non a chi si trova già in cura, bensì a chi ritiene di aver bisogno di un aiuto per affrontare il distress psicologico dovuto ai mutamenti socio-economici in atto. "Lo scopo - spiega De Santis - non è di proporre un trattamento clinico di cura, bensì di incrementare la resilienza delle persone, di migliorare la qualità della vita e delle relazioni, minate dal nervosismo e dalle agitazioni che l'incertezza di questa situazione sta generando".

Possono aderire i titolari di aziende, dai 35 ai 65 anni, con dipendenti e che hanno rapporto con la clientela (tra cui acconciatori, estetisti, odontotecnici, artigiani del settore moda, alimentare ecc..), scrivendo a infocategorie@confartigianatotorino.it.

Saranno garantiti cinque colloqui di supporto gratuiti, condotti da psicologi e psicoterapeuti. Per le persone che intendono usufruire di questo sevizio è prevista, oltre ai colloqui di supporto, anche una valutazione psicologica con test standardizzati che permettano di valutare i livelli di distress e di qualità della vita.

Lo sportello sarà presentato il 21 aprile con un webinair aperto, dal titolo 'Come affrontare le sfide della pandemia', in cui saranno presenti gli psicologi che presteranno servizio. "Sono colloqui che gli artigiani e gli imprenditori - conclude De Santis - devono intendere come un miglioramento della propria vita anche personale, in cui ottenere istruzioni sulla resilienza per affrontare al meglio le sfide dei prossimi mesi".