Covid, contagiato l'autista del Quirinale

·1 minuto per la lettura
Coronavirus, positivo al tampone anche l’autista di Sergio Mattarella
Coronavirus, positivo al tampone anche l’autista di Sergio Mattarella

L’autista del presidente della Repubblica Sergio Mattarella è risultato positivo al coronavirus. L’indiscrezione è stata diffusa da un tweet della testata Dagospia e e successivamente confermata dal Quirinale, che ha però precisato come l’autista non abbia contatti con il capo dello Stato da circa venti giorni. La positività dell’autista del presidente arriva dopo che anche il portavoce Giovanni Grasso, lo chef e due addetti alle cucine del Quirinale erano stati contagiati nelle scorse settimane.

Coronavirus, positivo autista di Mattarella

La notizia della positività è stata diffusa da Dagospia nel primo pomeriggio del 4 novembre, anche se successivamente lo stesso Quirinale ha spiegato che l’autista del presidente non aveva contatti con quest’ultimo ormai di una ventina di giorni, escludendo in questo modo la possibilità di una trasmissione del virus anche al capo dello Stato.

Quella dell’autista non è la prima positività al Covid-19 registrata tra le mura del palazzo del Quirinale. Lo scorso 25 ottobre infatti era risultato positivo e sintomatico anche il portavoce di Mattarella Giovanni Grasso, che in seguito aveva raccontato con le seguenti parole la scoperta del contagio: “Venerdì sera avevo la febbre alta, sabato ho fatto il tampone e stamattina ho avuto il responso: positivo. Da stamattina non ho febbre e sto discretamente bene. Tengo sotto controllo la saturazione dell’ossigeno e i valori sono assolutamente nella norma. Mercoledì pomeriggio avevo fatto il tampone ed ero risultato negativo. Per fortuna giovedì e venerdì, giorni in cui ero potenzialmente infettivo, non ho avuto contatti diretti con il Presidente.