Covid, controlli dei Nas negli allevamenti di visoni

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Nel corso della settimana, i militari del Gruppo carabinieri per la tutela della salute di Roma hanno effettuato un monitoraggio degli allevamenti di visoni nel territorio del Centro Italia, nell'ambito di servizi tesi a fronteggiare l'emergenza da Covid-19.

In particolare, i controlli dei Nas - condotti in collaborazione con il personale dei Servizi veterinari di sanità animale delle rispettive Asl dell'Emilia Romagna e dell'Abruzzo - hanno interessato 3 aziende agricole ubicate nelle province di Forlì, Ravenna e L'Aquila. Nel complesso, in tutti e 3 gli allevamenti ispezionati è stato riscontrato il regolare rispetto delle norme di biosicurezza e dei previsti protocolli Covid-19 ed è stata accertata l'assenza di sintomi clinici riferibili a infezione da Sars-Cov-2", o "ad altre patologie respiratorie".

Soltanto in un caso gli operanti hanno proceduto, in via cautelativa e a salvaguardia della salute pubblica - riferisce una nota - al temporaneo vincolo sanitario di un allevamento di visoni, per aver rinvenuto un capo in apparenti precarie condizioni di salute, in attesa dell'esito dei prelievi biologici effettuati sui complessivi 2.400 mustelidi.