Covid, Cri: "In 15 giorni 3.300 tamponi gratis in stazione Fs Palermo"

·1 minuto per la lettura

Boom di tamponi antigenici rapidi alla stazione di Palermo centrale. Prosegue con successo l'iniziativa della Croce Rossa italiana, inaugurata lo scorso 15 maggio, che consente di sottoporsi al test nella struttura allestita all'interno dello scalo ferroviario. Grazie al Gruppo Fs che ha messo gli spazi a disposizione della Cri, dal 15 al 31 maggio scorsi sono stati effettuati circa 3.300 tamponi antigenici rapidi, con una media di oltre 200 test al giorno. Dalle 9 alle 19 i volontari della Croce Rossa e il personale sanitario assicurano lo screening non solo a viaggiatori ma a chiunque si presenti nel punto di somministrazione senza alcun costo, limite di età e senza bisogno di prescrizione medica.

"Abbiamo registrato un'ottima adesione, segno che l'iniziativa è apprezzata dai cittadini - dice all'Adnkronos il presidente della Cri Sicilia, Luigi Corsaro -. Ci rivolgiamo soprattutto alle persone più vulnerabili, senza fissa dimora, consentendo loro di effettuare il test gratuitamente, ma anche a chi desidera viaggiare in piena sicurezza. Nonostante la campagna vaccinale in fase avanzata è necessario non abbassare la guardia e mantenere comportamenti responsabili per non vanificare tutti gli sforzi fatti finora. Ringrazio i volontari del Comitato Cri di Palermo per lo straordinario impegno nella gestione di questa attività. Lo screening andrà avanti tutti i giorni sino a ottobre".

I costi del progetto sono sostenuti dalla Croce Rossa Italiana grazie al contributo della Commissione Europea (Direzione generale per la salute e la sicurezza alimentare) che, attraverso un accordo con la Federazione internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, ha destinato 35,5 milioni di euro alle attività di screening in sette Paesi europei.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli