Covid: Crimi, 'lancio bombe molotov a Brescia atto disumano'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 3 apr. (Adnkronos) – "Come si può arrivare a lanciare bombe molotov contro chi lavora per salvare vite umane nel pieno di un'emergenza sanitaria? Che gesto vergognoso, che atto disumano. Brescia, e l'Italia, non meritano questa infamia". Lo scrive in un post su Facebook Vito Crimi, capo politico del Movimento 5 stelle.

"Una comunità che sta soffrendo profondamente da oltre un anno a causa della pandemia, e che dinnanzi alla paura e al dolore ha saputo reagire con coraggio, solidarietà e incredibile umanità -aggiunge- non merita un gesto tanto vile. I cittadini bresciani conoscono la fatica, lo spirito di servizio e il sacrificio dei tanti medici, infermieri e operatori sanitari che in tutto questo tempo non hanno mai smesso di correre in loro aiuto e prestare soccorso. Conosciamo tutto questo e ne abbiamo profondo rispetto. E sappiamo quanto sia importante il lavoro di chi oggi somministra vaccini, senza sosta, senza fermarsi. Perché i vaccini rappresentano la via d'uscita da questo incubo, l'ancora di salvezza che ci permetterà di risollevarci, di ripartire, di tornare a correre".

E ora più che mai è necessario fare in fretta. Un lavoro preziosissimo che è nostro dovere sostenere con tutte le energie che il Paese ha da offrire. Sono certo -conclude Crimi- che le Forze dell'Ordine sapranno fare chiarezza sull'origine di questo gesto, ma ora occorre una risposta di comunità. Una comunità che non è solo quella bresciana ma di tutta Italia, che ha a cuore non soltanto le vittime e chi sta lottando contro il virus, ma anche chi è al loro fianco e lavora ogni giorno per proteggere, curare e salvare vite. Andiamo avanti, insieme".