Covid, da Costa Crociere un terminal per le vaccinazioni

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Costa Crociere mette a disposizione della città di Savona il Palacrociere per contribuire ad accelerare la campagna vaccinale contro il coronavirus. La somministrazione dei vaccini viene effettuata nel secondo terminal a seguito di un accordo sottoscritto tra ASL 2 Savonese e Costa Crociere, che ha costruito e ha in concessione la struttura portuale. L’accordo è stato promosso da Regione Liguria con il contributo dell Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, della Capitaneria di Porto, dell’Agenzia delle Dogane, della Polizia di Frontiera, di U.M.A.A.F. e del Comune di Savona.

Il centro di vaccinazione del Palacrociere è stato realizzato al piano terra del secondo terminal, su una superficie di circa 1.500 mq. Grazie anche agli ampi spazi esterni, si prevede che il punto vaccinale del Palacrociere potrà accogliere sino a 600 persone al giorno, contribuendo in maniera efficace alla rapida distribuzione del vaccino nel territorio savonese. La ASL 2 Savonese ha sviluppato uno specifico protocollo sanitario e di sanificazione per garantire che le operazioni si svolgano nel massimo della sicurezza, e potrà contare sugli allestimenti già disponibili e utilizzati da Costa Crociere per i protocolli sanitari previsti dalla compagnia per i propri passeggeri.

Già da ieri il Palacrociere di Savona è attivo per il “Silver Vaccine Day”, la campagna di vaccinazione contro il Coronavirus per gli over 80 promossa dalla Regione Liguria.

Il secondo terminal del Palacrociere continuerà ad essere utilizzato anche per le fasi successive della campagna vaccinale, che coinvolgerà progressivamente altre fasce della popolazione, diventando uno dei punti fissi di somministrazione attivati dall’ASL 2 Savonese.

L’utilizzo del terminal per la campagna vaccinale non avrà impatti sull’attività crocieristica, prevista riprendere a Savona a marzo con il rientro in servizio dell’ammiraglia Costa Smeralda, seguita progressivamente da altre navi della compagnia italiana. La somministrazione dei vaccini avverrà infatti dal martedì al venerdì, e comunque mai in presenza di navi in porto.