Covid, da Cts ok alle discoteche ma capienza al 35% e green pass

·1 minuto per la lettura
featured 1522977
featured 1522977

Roma, 6 ott. (askanews) –

archivio discoteche e locali, ragazzi + Cte e Costa

c’è il post https://www.facebook.com/andreacostaliguria

***********************************************************

Sì alla riapertura delle discoteche ma con molta cautela e green pass obbligatorio. Il Comitato tecnico scientifico ha aggiornato le indicazioni in base all’andamento dell’epidemia di Covid-19 e della campagna vaccinale, ma restano perplessità da parte dei gestori.

Discoteche e sale da ballo, “sono tra i luoghi che presentano i rischi più elevati per la diffusione del virus” sottolinea il Cts ma “se ne può considerare l’apertura con una progressiva gradualità anche tenendo conto della necessità di valutare l’impatto delle misure già adottate”.

In zona bianca, potranno aprire con capienza al 35% al chiuso, compreso il personale dipendente, e al 50% all’aperto. Ma ci dovranno essere impianti di aereazione senza ricircolo d’aria e rispondenti ai requisiti qualitativi indicati dall’Istituto Superiore di Sanità; c’è l’obbligo di usare bicchieri monouso; deve esserci la garanzia della possibilità di frequente igienizzazione delle mani oltre che la pulizia e la sanificazione dei locali; mascherina chirurgica obbligatoria ad eccezione di quando si balla, come per le attività fisiche al chiuso.

“Una buona notizia – ha commentato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa – speriamo che sia solo un primo passo verso una maggiore riapertura”. Ma per i gestori delle discoteche è poco: bene riaprire, dicono, ma con questi numeri non ce la facciamo a coprire i costi. Si attende ora un nuovo Consiglio dei ministri sull’aumento della capienza per teatri, cinema e impianti sportivi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli