Covid, dalla Turchia mscherina killer: "Uccide il virus"

Fth

Roma, 5 giu. (askanews) - Prima "cattura" il virus e poi lo fulmina con una pioggia di raggi ultravioletti. Funzionerebbe cos la prima mascherina killer "elettronica che impedisce a virus e microbi di entrare nel copro umano durante l'inspirazione", inventata da due docenti turchi dell'Aksaray University. Oggi l'agenzia di stampa statale Andolu d grande risalto alla notizia con tanto di presentazione fotografica dei primi prototipi prodotti.

"le nuove mascherina funzionano grazie ad un sistema elettronico sviluppato nell'ambito di un programma per contenere la diffusione del coronavirus per distruggere i virus ed i microbi imprigionandoli per poi eliminarli con raggi ultravioletti", affermano gli inventori il professor Tareq Yalmaz ed il suo collega in ingegneria elettrica la dottoressa Amrah Arsalan, come riporta l'agenzia statale.

"Sviluppare queste mascherine il risultato di grandi sforzi arrivati dopo una serie di studi accademici e attivit di ricerca", ha precisato il professore Yalmaz.

"All'inizio pensavano a progettare mascherine semplici capaci in primo luogo di autopulirsi ma poi abbiamo pensato su come uccidere il virus e cos abbiamo fatto alla tecnologie disponibili", ha aggiunto.

"Noi sappiamo che i raggi ultravioletti sono in grado di uccidere il virus - ha proseguito - e questa informazione stata la base di tutta l'idea ma avevamo bisogno di un modo per introdurre questi raggi all'interno di mascherine per eliminare il virus". E cos "siamo riusciti a creare un campo elettrico per uccidere in modo perpetuo tutti i virus che rimangono attaccati" al'interno delle mascherina ricorrendo ad "utilizzare l'argento nel campo elettrico", metallo che secondo il professore che "ha la caratteristica di uccidere virus e microbi".

Le mascherina killer sono dotate da batterie che hanno un autonomia di 12 ore.