Covid, Donini (Emilia R.): noi pronti a correre con vaccinazione

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Modena, 18 feb. (askanews) - L'Emilia-Romagna ha messo in campo un "programma flessibile" che prevede la somministrazione di vaccini in 74 punti, con la possibilità di utilizzare il contributo dei medici di medicina generale, per riuscire ad arrivare fino a 50 mila vaccinazioni al giorno. "Siamo pronti a correre, accettiamo in questi giorni di camminare, non vorremmo più fermarci". Lo ha detto l'assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini, a margine della conferenza stampa per presentare uno studio sulla predizione della sopravvivenza dei pazienti Covid-19 dell'azienda ospedaliero-universitaria di Modena.

Presentando il programma di mandato in Senato, il premier Draghi ha spiegato che farà affidamento sulla mobilitazione di tutte le forze di cui potrà disporre, dalla protezione civile all'esercito, le forze armate e i volontari. "Questo - ha commentato Donini - conferma il programma dell'Emilia-Romagna. Noi abbiamo già comunicato al Governo precedente 74 punti vaccinali che siamo nelle condizioni di attivare nel momento in cui ci dovessero arrivare i vaccini in maniera consistente. Abbiamo messo in campo un programma flessibile, perché di docce fredde ne abbiamo subite fin troppe finora".

"Qualora ci arrivassero vaccini a sufficienza - ha precisato l'assessore - potremmo viaggiare con i nostri 74 punti vaccinali a quasi 50 mila vaccini al giorno e dall'altro, con l'accordo fatto con i medici di medicina generale, mettere in campo la rete della medicina territoriale che in Emilia-Romagna ha prodotto quasi 1,3 milioni vaccinazioni antinfluenzali in poco più di due mesi. Siamo pronti a correre, accettiamo in questi giorni di camminare, non vorremmo più fermarci".