Covid: dopo il vaccino si può prendere il sole? I medici fanno chiarezza

·1 minuto per la lettura
featured 1419735
featured 1419735

Roma, 7 lug. (Adnkronos Salute) – Dopo il vaccino si può o non si può prendere il sole? A fare chiarezza interviene il sito anti-fake news della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo) 'Dottore, ma è vero che…?', dopo che un noto istituto dermatologico aveva messo in guardia, consigliando di aspettare alcune settimane o in alternativa usare una crema protettiva e assumere integratori. "Prodotti che – sottolinea la Fnomeco – lo stesso istituto produce e pubblicizza".

"In realtà – chiarisce il sito anti-bufale – il parere degli esperti si riferisce ai pazienti che hanno sviluppato manifestazioni dermatologiche della malattia (dall'orticaria ai geloni a varie forme di esantema), oppure hanno avuto una reazione cutanea importante alla vaccinazione (per esempio l'arrossamento e il rigonfiamento del braccio, che avviene in alcuni casi soprattutto con i vaccini a Rna messaggero). Il loro consiglio, del tutto ragionevole – affermano i medici – è di evitare di esporre all'azione irritante del sole una pelle già infiammata. Anche chi sviluppa un po' di febbre dopo il vaccino è bene che resti a casa e non si esponga al sole finché non sarà passata. Chi invece, durante la malattia o dopo la vaccinazione, non ha avuto manifestazioni cutanee non ha nessuna ragione particolare per non esporsi al sole".

"Per quanto riguarda i vaccini contro Covid-19 – sottolinea la Federazione nazionale degli Ordini dei medici – non è segnalata nessuna raccomandazione al riguardo, né dagli studi eseguiti per l'autorizzazione, né nella sorveglianza post-marketing che ormai riguarda più di 2 miliardi di persone".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli