Covid: Draghi, 'c'è delusione cittadini Ue ma ora si guardi a futuro'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 24 mar. (Adnkronos) – "Stiamo ancora imparando, non ci siamo fermati, l'insidia e la difficoltà di capire quello che sta succedendo sono ancora presenti. La delusione dei cittadini europei è stata grande. Non so se ci sono stati errori, non ha tanta importanza, bisogna avere un'umiltà di giudizio e guardare al futuro: ora le cose vanno meglio. C'è il nuovo commissario Breton, che è bravissimo, bisogna guardare ai segni positivi all'orizzonte. Bisogna far di tutto per rafforzare il coordinamento europeo, non metto la ricerca di altre strade prima dell'Europa, non c'è nessun vantaggio, la scelta europea è stata giusta" e resta "la prima strada". Così il premier Mario Draghi, nella replica in Aula alla Camera.