**Covid: Draghi in Cdm rassicura su ok a ristori, dare prospettiva al Paese**

·1 minuto per la lettura
**Covid: Draghi in Cdm rassicura su ok a ristori, dare prospettiva al Paese**
**Covid: Draghi in Cdm rassicura su ok a ristori, dare prospettiva al Paese**

Roma, 12 mar. (Adnkronos) – Bisogna dare prospettiva al paese, accelerare sui vaccini, garantire trasparenza nella gestione del piano e nella somministrazione delle dosi. Occorre assicurare sostegno per le imprese e le famiglia al fine di uscire dalla crisi dovuta all'emergenza pandemica. Il dl sostegno verrà varato la prossima settimana, per questo ci sarà un nuovo scostamento del bilancio. Il premier Mario Draghi, riferiscono fonti di governo all'Adnkronos, avrebbe rassicurato, in apertura del Consiglio dei ministri, sui tempi certi del dl sostegno, che verrà varato la settimana prossima, non un giorno di più. Rispondendo così, ancor prima che venissero sollevate, a eventuali questioni delle forze di maggioranza sui tempi.

Dal dl sostegno, però, è stato subito spacchettato il capitolo congedi parentali, per quasi 300 milioni di euro. La ministra Maria Stella Gelmini avrebbe chiesto un'accelerazione immediata per dare subito un aiuto alle famiglia vista la nuova stretta in arrivo già da lunedì prossimo. La ministra azzurra si è fatta portavoce della richiesta arrivata dalle regioni nell'incontro che ha preceduto la riunione del Consiglio dei ministri. Una necessità, quella di dare subito il via libera ai congedi, rimarcata al tavolo di confronto anche dalla ministra Elena Bonetti e dal responsabile all'Istruzione Patrizio Bianchi, che ha sottolineato, in particolare, le condizioni di "difficoltà" delle famiglie alle prese con la chiusura delle scuole e le incombenza della didattica a distanza. Da qui la decisione di anticipare il capitolo congedi, inizialmente previsto nel dl sostegno ma poi inserito nel provvedimento varato oggi.