Covid: Draghi, 'vaccini a Paesi poveri imperativo morale'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 28 mag. (Adnkronos) – "La nostra prima priorità è, naturalmente, sconfiggere la pandemia. Questo significa farlo ovunque e non soltanto nei Paesi sviluppati. Garantire che i paesi più poveri abbiano accesso a vaccini efficaci è un imperativo morale. Ma c'è anche una ragione pratica e, se vogliamo, egoistica. Finché la pandemia infuria, il virus può subire mutazioni pericolose che possono minare anche la campagna di vaccinazione di maggior successo". Così il premier Mario Draghi intervenendo alla seconda giornata del 'Global Solutions Summit 2021' insieme alla Cancelliera tedesca Angela Merkel.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli