Covid e fake news: un triste connubio

·2 minuto per la lettura
fake news
fake news

Chi divulga fake news sul Covid commette un reato. Di notizie false sul Coronavirus ne circolano, del resto, fin dall’inizio della pandemia. Per fortuna, molte delle notizie false su tale argomento sono destinate a durare poco. Possono godere di una certa “importanza” per un tempo limitato, per poi finire nel dimenticatoio, come è giusto che sia. Ma non sempre è così, purtroppo.

Covid e fake news: scetticismo verso la scienza

Come informa Laleggepertutti.it, molte fake news relative al Covid-19 hanno una diffusione molto ampia, riuscendo di conseguenza a convincere un nutrito numero di persone che nutrono scetticismo nei confronti della scienza e della medicina canonica. Il risultato è terribile: in molti rifiutano le cure sanitarie, anche a costo della propria vita. Si vedano, per esempio i numerosi no vax che fino all’ultimo chiedono di non essere intubati.

Covid, cosa rischia chi diffonde le fake news?

Cosa rischia, di preciso, chi diffonde fake news legate al Covid-19? Del resto basta poco per farle circolare, tramite le tecnologie attuali (social in primis). Non mancano di certo persone che credono, seppure in buonafede, a palesi menzogne. In verità chi diffonde notizie false non subisce quasi mai vere e proprie ripercussioni giudiziarie, nonostante sia presente l’articolo 2043 del Codice civile che prevede il risarcimento danni da parte di chi propina informazioni mendaci.

Covid: le fake news più eclatanti

Qui di seguito proponiamo qualche fake news relativa al Covid e si comprenda: si tratta di vere e proprie bugie a cui non credere assolutamente! Ci auguriamo che elencandole l’utente possa riconoscerle e quindi ignorarle del tutto nella quotidianità della vita:

– Il Covid non esiste

– Il Covid può essere curato con vitamine, erbe o tachipirina

– Il vaccino è caratterizzato dalla presenza di un microchip

– I vaccinati sono delle cavie inconsapevoli di correre un pericolo durante la somministrazione del farmaco

– La pandemia è il progetto di chi sta al potere

– Le terapie intensive degli ospedali sono in realtà vuote.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli