Covid e macchie sulla pelle dei bambini: i consigli dei pediatri

·3 minuto per la lettura

Covid e bambini. Spesso i genitori faticano a capire se il proprio piccolo ha contratto o meno il coronavirus. In aiuto a mamma e papà arriva un gruppo di medici del Children’s Hospital di Philadelphia che, attraverso un report pubblicato su Open Forum Infectious Diseases, spiega nel dettaglio quali sono i sintomi che possono comparire durante l'infezione, soprattutto sulla pelle del bambino. Ecco cosa hanno spiegato i pediatri americani.

LEGGI ANCHE: Covid, i 6 campanelli d'allarme sulla pelle

"Si tratta di macchie rosse grandi come monete da 1 o 5 centesimi. Possono comparire sulle gambe, molto spesso verso l’interno coscia. Ma anche sul petto e sulla schiena". È così che si presentano le eruzioni cutanee nei bambini affetti da una rara condizione di iperinfiammazione correlata a Sars-CoV-2, chiamata MIS-C. E sono questi i “campanelli d’allarme” che genitori e medici dovrebbero tenere sott’occhio in tempi di pandemia.

Cos'è questa MIS-C? Sta per sindrome infiammatoria multisistemica dei bambini. Inizialmente confusa con la sindrome di Kawasaki, le prime diagnosi sono state effettuate lo scorso anno, quando i medici hanno notato che alcuni minori esposti a Sars-CoV-2 presentavano un’infiammazione in una serie di organi.

Le macchie sulla pelle dei bambini
Le macchie sulla pelle dei bambini

I piccoli che ne sono affetti manifestano vasculite (infiammazione dei vasi sanguigni), problemi cardiaci, intestinali e un aumento sistemico dello stato infiammatorio. Caratteristiche in parte comuni a quella di un’altra vasculite, la malattia di Kawasaki, che avevano fatto pensare in un primo momento a un nesso di causalità tra Kawasaki e infezione da Sars-CoV2. Il Center for Desease Control ha affermato che questa condizione può essere fatale, ma che per fortuna nella maggior parte dei casi i bambini sopravvivono.

Tuttavia, diagnosticare questa patologia rara legata al nuovo coronavirus si è subito rivelato complicato. Molti dei suoi sintomi, infatti, sono simili ad alcune comuni infezioni infantili: oltre alle eruzioni cutanee, ci sono febbre e disturbi gastrointestinali. Per questo i medici americani hanno deciso di mettere insieme le informazioni su MIS-C analizzando la manifestazione della patologia su 7 pazienti.

In più della metà dei piccoli pazienti esaminati le eruzioni cutanee si sono presentate con minuscoli punti rossi. I ricercatori americani affermano che nei bambini esaminati non c’è un solo tipo di eruzione cutanea o un solo posto in cui emerge comune a tutti i casi di MIS-C. Hanno così condiviso le foto nella speranza di aiutare i medici a diagnosticare casi futuri. “Ci auguriamo che le informazioni fornite aiuteranno i pediatri generali e i medici del pronto soccorso a capire se un paziente con la febbre richiede un esame più approfondito”, spiega Audrey Odom John, autrice dello studio.

Puntini rossi sulla pelle dei bambini
Puntini rossi sulla pelle dei bambini

"Dato che alcune eruzioni cutanee associate a MIS-C sono distintive, immaginiamo anche che queste immagini potrebbero aiutare molti genitori che sono alla ricerca di segni che indicano che il loro bambino ha bisogno di una valutazione immediata", ha concluso l'esperta.

GUARDA ANCHE - Locatelli: "Variante inglese contagia di più i bambini"