Covid e sesso, "relazioni fra persone sempre più difficili"

·1 minuto per la lettura

Covid e sesso. "La pandemia ha intaccato anche" quest'ambito, denuncia la Federazione italiana di sessuologia scientifica, "rendendo più difficili le relazioni fra le persone". Dal 27 settembre al 2 ottobre si terrà la 'Settimana del Benessere Sessuale', giunta alla ottava edizione, in occasione ella Giornata internazionale sull'argomento che si celebra oggi. "La salute sessuale – commenta Salvo Caruso, presidente della Fiss, ginecologo e docente associato dell’Università di Catania – non dovrebbe essere trascurata. Troppo spesso, dietro tabù e retaggi del passato, le persone non affrontano con gli specialisti problemi che si trascinano nel tempo oppure giungono allo studio del professionista solo quando la difficoltà è diventata insopportabile. Riscontriamo poi sempre più persone che un tempo avremmo detto anziane che affrontano i propri dubbi o problemi di coppia dopo anni. Quasi si vergognano di parlarne sebbene la salute sessuale sia una componente della salute della persona".

"Obiettivo della Fiss vuole essere quello di dare modo a chi crede di avere una riflessione da confrontare, un dubbio, una difficoltà specifica di parlarne agevolato dal fatto che i colloqui con gli specialisti saranno tutti online", conclude Roberta Rossi, past president della Federazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli