Covid e visoni, lockdown regionale in Danimarca

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Il governo danese ha deciso un lockdown regionale per bloccare la diffusione di una mutazione del Coronavirus che si trasmette dai visoni agli umani. Il confinamento, valido fino al 3 dicembre, interessa 280mila abitanti di sette municipalità dello Jutland settentrionale, nell'ovest della Danimarca. Lo shutdown è necessario per porre sotto controllo la diffusione del virus, ha detto la premier Mette Frederiksen, che ha chiesto a tutti gli abitanti della zona di sottoporsi al test. Ieri il governo ha ordinato l'abbattimento di tutti i visoni d'allevamento, circa 15 milioni di animali in questo Paese leader nella produzione di pellicce. Gli allevamenti sono concentrati nella zona posta in confinamento. Secondo l'esecutivo danese, la mutazione potrebbe rendere inefficaci i vaccini che si stanno realizzando contro il Coronavirus. Al momento la nuova forma di virus è stata riscontrata in 12 persone, le cui condizioni non sono gravi.

Covid, dal visone all'uomo: perché la mutazione preoccupa