Covid-19, Ema approva uso vaccino Pfizer-BioNTech per adolescenti

·1 minuto per la lettura
Una fiala del vaccino Pfizer-BioNTech

(Reuters) - L'Agenzia europea del farmaco (Ema) ha approvato l'utilizzo del vaccino anti-Covid di Pfizer negli adolescenti a partire dai 12 anni, aprendo la strada a un possibile ampliamento della campagna vaccinale nel blocco in seguito a un analogo via libera da parte di Canada e Stati Uniti.

La raccomandazione dell'Ema giunge dopo qualche settimana dall'avvio delle valutazioni in merito all'estensione dell'uso del vaccino, che Pfizer ha sviluppato insieme all'azienda di biotecnologie tedesca BioNTech, alla fascia 12-15 anni. Il composto viene già utilizzato in Unione europea a partire dai 16 anni di età.

Secondo l'Ema, le due dosi necessarie per la fascia tra i 12 e 15 anni dovrebbero essere somministrate con un intervallo di almeno tre settimane. L'agenzia ha aggiunto che ora spetta ai singoli stati membri Ue decidere se offrire il vaccino agli adolescenti.

La vaccinazione dei bambini e dei giovani è considerata come uno step fondamentale per il raggiungimento dell'immunità di gregge e il debellamento della pandemia.

Tuttavia, sono emersi dubbi sull'offrire vaccini a soggetti più giovani in paesi più ricchi, mentre in molte parti del mondo si attendono ancora le dosi per le persone più anziane e vulnerabili.

Pfizer e BioNTech a marzo hanno presentato dati di sperimentazioni che hanno mostrato che il vaccino delle due società fornisce una protezione del 100% contro la malattia infettiva, in un test effettuato su 2.260 adolescenti di età tra i 12 e i 15 anni. I dati hanno mostrato anche una buona tolleranza.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)