Covid, esodo di pazienti dalla Campania al Lazio

·1 minuto per la lettura
Coronavirus, in fuga dagli ospedali della Campania
Coronavirus, in fuga dagli ospedali della Campania

Conseguenze del Coronavirus: fuga dagli ospedali campani ed esodo di massa verso quelli del Lazio. Le strutture del Sud sono in grande crisi per via del crescente numero di contagiati, per questo tanti cittadini stanno noleggiando autoambulanze per recarsi a Roma e Latina, nella speranza di ottenere un posto letto.

Coronavirus, fuga dagli ospedali

Anche nel basso Lazio però, gli ospedali sono quasi pieni e l’esodo dalla Campania di certo non aiuta. Sono centinaia i pazienti che arrivano a Roma e Latina, non solo affetti da Coronavirus ma anche bisognosi di cure per altri problemi e patologie, timorosi di contrarre il virus recandosi nelle strutture campane. Al pronto soccorso di Formia, in una sola settimana, ha visto ben 96 ingressi dalle province di Caserta e Napoli, al Goretti di Latina 10.

Da quelli campani al Lazio

Visto il trend e i ritmi di lavoro degli ospedali laziali, la Regione si è attivata attraverso l’assessore alla Salute, Alessio D’Amato, per confrontarsi con la Campania. Il governatore Vincenzo De Luca avrebbe dichiarato di avere pronto un intervento che porrà fine alla fuga dagli ospedali campani.

Il sindaco di Formia, Paola Villa, e i carabinieri del Nas hanno intanto ricevuto una segnalazione sulle condizioni dell’ospedale locale. Secondo quanto riportato, ci sarebbero perplessità circa la sicurezza di pazienti e impiegati nella struttura, con situazioni di promiscuità sanitaria tra Covid e non Covid, nel timore di focolai interni. La seconda vera ondata del virus rischia di mettere in ginocchio anche il sistema sanitario del Lazio, soprattutto se non si porrà un freno alla fuga dagli ospedali campani.