Covid, Europa valuta nuove restrizioni, Omicron si diffonde a livello mondiale

·2 minuto per la lettura
Ultimi acquisti natalizi prima del lockdown annunciati dal governo olandese a Nijmegen

LONDRA (Reuters) - Diversi paesi in tutta Europa stanno considerando nuove restrizioni sugli spostamenti, dopo che la variante Omicron, altamente contagiosa, si è diffusa a livello mondiale pochi giorni prima di Natale, complicando i viaggi per le vacanze e innervosendo i mercati finanziari.

I contagi di Omicron si stanno moltiplicando rapidamente in Europa, negli Stati Uniti e in Asia - in particolare in Giappone dove un'epidemia in una base militare ha causato almeno 180 casi.

Chris Hipkins, ministro neozelandese per la risposta al Covid-19, ha comunicato che la nazione, sottoposta ad alcune delle misure più severe, rinvierà l'inizio della graduale riapertura dei confini, fino a fine febbraio.

Omicron ora corrisponde al 73% dei nuovi casi negli Stati Uniti, in rialzo da meno dell'1% a inizio dicembre. La nazione ha già registrato il primo decesso causato dalla variante.

Corea del Sud, Olanda, Germania e Irlanda figurano tra i paesi che hanno reintrodotto negli ultimi giorni lockdown parziali o totali, o altre misure di distanziamento sociale. La Thailandia ripristinerà oggi la quarantena obbligatoria per i turisti stranieri in arrivo.

Gran Bretagna, Germania e Portogallo stanno considerando ulteriori misure. Il ministro delle Finanze britannico Rishi Sunak riferirà a breve dei suoi colloqui con i rappresentanti del settore dell'ospitalità, che hanno richiesto maggior sostegno da parte del governo, secondo quanto dichiarato da un ministro.

Il primo ministro Boris Johnson ha detto ieri che sta valutando ogni misura possibile per tenere Omicron sotto controllo.

"Ci riserviamo la possibilità di agire ulteriormente ma occorre osservare i dati e valutare ciò rispetto alle altre conseguenze di ulteriori restrizioni", ha detto Steve Barclay, ministro dell'ufficio di gabinetto, parlando con BBC radio, in risposta a una domanda sulla possibile implementazione di ulteriori misure prima di Natale.

La variante Omicron è stata scoperta per la prima volta in Africa meridionale e a Hong Kong il mese scorso e finora è stata riscontrata in almeno 89 paesi. La severità dell'infezione causata dalla variante non è ancora chiara, ma l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha avvertito che la sua diffusione è più rapida di quella della variante Delta, e sta causando contagi tra persone guarite o vaccinate.

Oltre 274 milioni di persone hanno contratto il coronavirus a livello globale dall'inizio della pandemia, quasi due anni fa. Più di 5,65 milioni di persone sono morte.

Per consultare un grafico interattivo sulla diffusione del coronavirus a livello globale, clicca qui https://tmsnrt.rs/2FThSv7.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, Luca Fratangelo, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli