Covid, Fara in Sabina zona rossa: sospetto focolaio di variante inglese

·1 minuto per la lettura
fara sabina zona rossa
fara sabina zona rossa

Il comune reatino di Fara in Sabina sarà quasi certamente dichiarato zona rossa. È stata qusta la richiesta presentata alla Asl e alla Prefettura da parte delle autorità municipali a seguito dei 105 casi di coronavirus emersi soltanto nell’ultima settimana. I sospetti principali cadono su un probabile focolaio di variante inglese nella zona, anche se al momento sono ancora in corso le analisi epidemiologiche delle autorità sanitarie.

Covid, Fara in Sabina zona rossa

Soltanto nella giornata di mercoledì 31 marzo il comune della provincia di Rieti ha registrato 30 nuovi casi di coronavirus per un totale di 168 contagi su 14mila abitanti. Per l’ufficialità della zona rossa si attende ancora la firma dell’ordinanza da parte del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, che con molta probabilità dovrebbe arrivare tra questa sera e domani mattina.

Nel frattempo la Asl di Rieti ha rilasciato un comunicato ufficiale, in cui viene specificato che: “È in corso un’analisi approfondita del quadro epidemiologico del comune di Fara in Sabina. Anche alla luce di eventuali conferme da parte dello Spallanzani, l’azienda sta valutando la predisposizione di misure stringenti di tutela della salute pubblica, volte a contrastare e contenere il diffondersi del virus sul territorio del Comune sabino”. Una volta istituita, la zona rossa varrà per due settimane durante le quali sarà vietato spostarsi all’interno del comune se non per motivazioni di estrema necessità.