Covid, farmaco AstraZeneca a base anticorpi non previene malattia in pazienti esposti

·1 minuto per la lettura
FILE PHOTO: A company logo is seen at the AstraZeneca site in Macclesfield

(Reuters) - La casa farmaceutica anglo-svedese AstraZeneca ha comunicato che nell'ambito dello studio della terapia a base di anticorpi AZD7442 non è stato centrato l'obiettivo di prevenire la comparsa dei sintomi del Covid-19 nelle persone esposte di recente al nuovo coronavirus.

L'azienda ha detto che i partecipanti alla sperimentazione sono adulti non vaccinati di età superiore ai 18 anni con esposizione confermata a soggetti affetti da coronavirus nell'arco degli ultimi otto giorni.

AZD7442 ha ridotto il rischio di sviluppare una forma sintomatica del Covid-19 nel 33% dei casi rispetto al placebo, percentuale non significativa dal punto di vista statistico, ha comunicato l'azienda.

"Sebbene la sperimentazione non abbia centrato il fine primario di proteggere dalla malattia sintomatica, la protezione rilevata nei partecipanti risultati negativi al test molecolare in seguito al trattamento con AZD7442 ci incoraggia", ha fatto sapere tramite nota Mene Pangalos, vicepresidente esecutivo di AstraZeneca.

Il trattamento a base di anticorpi monoclonali appartiene a una classe di farmaci che riproducono gli anticorpi naturali che il corpo produce per contrastare l'infezione.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli