Covid, Fda dà l'ok per la somministrazione del vaccino contro Omicron

Vaccino covid Omicron
Vaccino covid Omicron

Ci sono stati importanti passi avanti per ciò che riguarda i vaccini contro il Covid. L’agenzia statunitense Food and Drug Administration (Fda), ha dato ufficialmente il via libera alla somministrazione delle dosi booster di Moderna e Pfizer aggiornate contro la variante Omicron. Stando a quanto si apprende, tali dosi andrebbero a colpire in particolar modo la sottovariante di Omicron BA.5 nota per la sua elevata contagiosità.

Fda approva il vaccino anti-covid contro Omicron

La Fda, attraverso un comunicato pubblicato sul suo portale istituzionale, ha spiegato nel dettaglio chi potrà ricevere questo tipo di vaccino. Nello specifico chi ha compiuto 18 anni o ha un’età superiore potrà ricevere “una singola dose di richiamo del vaccino Moderna COVID-19, bivalente se sono trascorsi almeno due mesi da quando hanno completato la vaccinazione primaria”.

Diversamente tutti i soggetti di età pari o superiore a 12 anni potranno sottoporsi alla somministrazione della “singola dose di richiamo del vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19, bivalente se sono trascorsi almeno due mesi da quando hanno completato la vaccinazione primaria”.

“I vaccini contro il Covid continuano a salvare innumerevoli vite”

Nel frattempo il commissario di Fda Robert M. Califf ha sottolineato che ruolo hanno ricoperto e stanno tuttora avendo i vaccini anti-covid: “Continuano a salvare innumerevoli vite e prevenire gli esiti più gravi (ospedalizzazione e morte) del COVID-19″. Si legge ancora nella nota: “Mentre ci dirigiamo verso l’autunno e iniziamo a trascorrere più tempo al chiuso, incoraggiamo vivamente chiunque sia idoneo a prendere in considerazione la possibilità di ricevere una dose di richiamo con un vaccino bivalente COVID-19 per fornire una migliore protezione contro le varianti attualmente in circolazione”.