Covid, Fda: rischio sindrome Guillain-Barrè con vaccino J&J

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 lug. (askanews) - La FDA, l'agenzia americana per la sicurezza dei farmaci, ha avvertito che il vaccino anti-Covid di Johnson&Johnson può comportare il rischio di una rara patologia neurologica, la sindrome di Guillain-Barrè, scrive il New York Times.

Nonostante i casi rilevati dal regolatore siano pochi, sembra che la probabilità di sviluppare la sindrome sia da tre a cinque volte più alta tra coloro che hanno ricevuto il J&J rispetto all'intera popolazione degli Stati uniti. La nota è stata inserita tra i rischi da comunicare a coloro che si sottopongono al vaccino monodose.

Le autorità hanno identificato 100 casi sospetti di Guillain-Barré tra coloro che hanno ricevuto il siero Johnson&Johnson. Il 95% di questi casi è stato considerato grave e ha eichiesto il ricovero.

In una nota, la Fda ha scritto che mentre "i dati disponibili suggeriscono un legame" tra il vaccino e il rischio di sviluppare la sindrome neurologica, "non sono sufficienti per stabilire una relazione causale".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli