Covid, Fdi: no passerelle Conte, Parlamento voti su comunicazioni

Bac
·1 minuto per la lettura

Roma, 26 ott. (askanews) - "Chiediamo ai presidenti di Camera e Senato che il presidente del Consiglio Conte venga in Parlamento per riferire sull'ultimo Dpcm, varato lo scorso 24 ottobre, non attraverso una semplice informativa ma con comunicazioni su cui il Parlamento avrà la possibilità di esprimersi attraverso un voto". Lo dichiarano il presidente di Fratelli d'Italia di Senato e Camera, Luca Ciriani e Francesco Lollobrigida. "Camera e Senato - aggiungono - non possono continuare ad essere considerate come il palcoscenico per le passerelle del presidente del Consiglio. Rivendichiamo il diritto del Parlamento di esprimersi sui provvedimenti varati dal governo, di presentare proposte e magari anche di correggere o bocciare la linea intrapresa finora, così come stabilisce la Costituzione". "Inoltre, chiediamo che il presidente Conte fornisca i numeri, le cifre e i dati in base ai quali ha deciso le misure contenute nell'ultimo Dpcm. E pretendiamo di conoscere anche i contenuti del decreto per il ristoro dei danni: quante saranno le risorse stanziate per dare ristoro alle categorie produttive, colpite dalle ultime chiusure, e soprattutto la tempistica. La situazione sociale ed economica è così grave, come confermano anche le manifestazioni di protesta di cittadini e categorie produttive, che non è più tempo di promesse e annunci come accaduto finora e di cui ancora continuiamo a pagarne le conseguenze", concludono i due capigruppo.