Covid, Fi: Cts faccia dietrofront su chisura ristoranti alle 22

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 5 feb. (askanews) - "Non solo il Comitato Tecnico Scientifico non intende prorogare l'orario di apertura dei ristoranti alle 22, ma starebbe valutando di rafforzare alcune misure restrittive. Una posizione inaccettabile, a fronte dell'impatto della crisi su queste attività". Lo ha detto Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, commentando la decisione del Cts di non dar seguito alla proposta avanzata dal governatore lombardo Attilio Fontana di far slittare alle 22 la chiusura di bar e ristoranti in zona gialla. "Ci auguriamo che il Cts faccia dietrofront, rivedendo la sua posizione e accogliendo la nostra proposta", ha aggiunto.

"Da un anno - ha ricordato Comazzi - gli addetti al settore della ristorazione e alle attività assimilabili scontano gli effetti di una crisi economica dall'impatto devastante. Dopo avere investito migliaia di euro per adeguare i loro locali alle normative anti Covid si sono dovuti rassegnare a una nuova ordinanza di chiusura che ha vanificato i loro sforzi. Regione Lombardia è a fianco di queste categorie", ha concluso.