Covid: Fipe, bruciati 514 mila posti in ristorazione e ricettività

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 18 mag. (Adnkronos) – Crolla l’occupazione in Italia nel 2020 a seguito della pandemia con 2,5 milioni di posti di lavoro persi (dati Istat) e con 514 mila posti di lavoro in meno nel settore della ricettività e della ristorazione. A segnalarlo è il Rapporto Ristorazione 2020 di Fipe-Confcommercio, la Federazione italiana dei Pubblici esercizi, presentato oggi in una conferenza stampa. Si tratta di una perdita in 14 mesi che è più del doppio dei 245 mila posti creati tra il 2013 e il 2019. Un anno di pandemia ha ridotto in macerie uno dei settori maggiormente dinamici e attivi dell’economia italiana, quello dei Pubblici esercizi.