Covid, Flavio Campagna “Kampah” morto dopo un mese di ricovero: aveva 59 anni

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Flavio Campagna, in arte “Kampah”, è morto a 59 anni dopo un mese di ricovero all’ospedale di Parma: artista e leggenda molto nota negli Stati Uniti, era risultato positivo al Covid alla fine di luglio.

Flavio Campagna morto

Lo street artist, fotografo e videomaker, aveva raccontato sui social, fino a quando le forze glielo hanno permesso, le giornate trascorse all’interno del nosocomio emiliano a lottare contro il virus. Negli ultimi giorni però le sue condizioni si sono aggravate e Flavio si è spento a causa di problemi polmonari. A dare la notizia del decesso è stato il fratello Gino: “Kampah è un concetto, un ideale e come tale non muore ma vive nelle persone che, come noi, l’hanno conosciuto. Vive dentro di noi, con noi, non ci abbandona“.

Molto conosciuto tanto all’estero quanto in Italia, a ricordarlo è stato anche Morgan che lo ha definito un artista visivo modernissimo e grande inventore di tecniche: “Non c’è nessun ambito dell’arte dell’immagine e del segno che Kampah non abbia praticato e anticipato, il suo lavoro rimarrà“.

Flavio Campagna morto: chi era

Nato nel 1962 e diplomato all’istituto statale d’Arte Paolo Toschi di Parma, l’artista si era specializzato in Grafica pubblicitaria ed era diventato, a Los Angeles, uno dei pionieri della motion graphics televisiva. Lunghissima la lista delle sue collaborazioni internazionali, tra cui figurano nomi come quelli di Augusto Vignali, Elio Fiorucci, Mario Convertino, Cherry Coke, Toyota, Intel, Hyundai, Hbo, Avon, New York Life, Nexxus, Nike, Apple, Adobe, Radius, Espn, Espn2, ABC, E!, Ericsson, Wired, Pac Bell, CNN, Northwest, Blockbuster, Standford Hospital, Avon e, Replay.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli