Covid, focolaio a Roma dopo la partita Italia-Belgio vista in un pub: oltre 70 contagi

·1 minuto per la lettura
Mortalità
Mortalità

Il cluster iniziale di 16 persone, a due settimane dal match Italia-Belgio, si è allargato rapidamente coinvolgendo anche amici e parenti delle persone che hanno visto la partita davanti al maxischermo al Casaletto. Ora la paura è per altri contagi soprattutto dopo gli assembramenti della finale tra Italia e Inghilterra.

Focolaio Covid a Roma, la situazione

Le partite della Nazionale hanno unito diverse persone che si sono ritrovate per strada per incitare gli Azzurri allenati da Roberto Mancini. Secondo i dati aggiornati i casi dopo i quarti di finale tra Italia e Belgio sarebbero 75 nel focolaio di Monteverde (Roma). I più giovani hanno meno di 15 anni d’età.

Il focolaio avrebbe avuto origine in un pub di via del Casaletto. A distanza di qualche settimana i casi sarebbero quindi saliti: la conferma è giunta direttamente dall’Asl Roma 3. Molti dei positivi sono minorenni. Come se non bastasse il numero potrebbe essere ancora più alto, generando quindi un focolaio Covid-19 a Roma ben più ampio, a causa dei festeggiamenti post vittoria Euro 2020.

Focolaio Covid a Roma, la previsione

I dati non mostrano niente di buono, così come confermato di recente dall’assessore alla Sanità Alessio D’Amato. “Ci dobbiamo abituare all’idea che probabilmente nelle prossime settimane – commenta D’Amato – avremo anche degli aumenti di positivi al Coronavirus generati dai festeggiamenti per la vittoria dell’Italia. Probabilmente pagheremo questa festa, adesso però resta comunque fondamentale fare il vaccino contro il Covid-19.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli