Covid, in Francia picco di casi tra i bimbi. I medici: "Vaccinateli, anche per bene dei nonni"

·1 minuto per la lettura
- (Photo: Catherine Delahaye via Getty Images)
- (Photo: Catherine Delahaye via Getty Images)

Nel giro di una settimana, il tasso di incidenza dei contagi da Coronavirus tra i bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni si è moltiplicato per 2,5 in Francia ed è attualmente a 340 casi per 100mila abitanti, contro una media nazionale per gli adulti ferma a 191. Lo riporta la stampa francese, ricordando che l′8 novembre era a 80. Superiore alla media generale anche il tasso dei contagi tra i ragazzi tra gli 11 e i 14 anni, con 208 casi. Ieri il ministro dell’Istruzione, Jean-Michel Blanquer, ha annunciato che seimila classi sono state chiuse alla frequenza a causa dei contagi.

I medici insistono sulla necessità di vaccinare i più piccoli: “Dobbiamo porci il problema: è anche un modo per evitare che i piccoli trasmettano il virus a persone più fragili, come ad esempio i nonni o a persone a loro vicine, affette da malattie gravi”, afferma Jean-Michel Molina, capo del reparto malattie infettive dell’Ospedale Saint-Louis, che fa parte del consorzio pubblico degli ospedali universitari dell’area di Parigi, citato da Bfmtv.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli