Covid, G20 si impegna a inviare vaccino nei paesi più fragili - ministro Speranza

·1 minuto per la lettura
Il ministro della Sanità italiano Roberto Speranza

ROMA (Reuters) - Il vertice dei paesi del G20 sulla salute si è concluso oggi a Roma con l'impegno a stanziare risorse e inviare i vaccini anti Covid nei paesi più fragili e poveri.

Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza nella conferenza stampa conclusiva, senza tuttavia quantificare l'entità dell'impegno economico e dell'invio delle dosi.

"I paesi del G20 si impegnano a finanziare e inviare il vaccino nei paesi più fragili, ma anche a far sì che la produzione dei vaccini sia estesa a tutti i paesi del mondo", ha detto Speranza, aggiungendo che nelle prossime settimane si terrà un incontro fra i ministri della Salute e quelli delle Finanze per stabilire quali strumenti internazionali mettere in campo.

Ad Oggi Covax, lo strumento internazionale sostenuto dall'Oms e da Gavi (Global Alliance for Vaccines and Immunization), ha distribuito a 139 paesi poveri oltre 230 milioni dosi di vaccini anti Covid-19, rispetto al'obiettivo di distribuirne due miliardi entro la fine del 2021.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli