Covid, Galli: "Io candidato a brutta malattia"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Sono asmatica, può essere un'aggravante?''. Nunzia De Girolamo, che ha contratto il covid, rivolge questa domanda al professor Massimo Galli, durante Cartabianca, sottolineando che l'asma colpisce molti italiani. "Me compreso...", dice il responsabile del reparto malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano. L'asma, dice Galli, non è una patologia che possa aggravare il quadro "in maniera significativa, tranne che per le persone di una certa età con una importante insufficienza respiratoria che sono a maggior rischio se si beccano la malattia nel pieno del suo fulgore, la loro funzione respiratoria viene più facilmente compromessa. Io per molti motivi sarei un discreto candidato a fare una malattia brutta, lo dico molto francamente. Questo è il mio lavoro, questo è il posto che devo occupare e sono lì, lo occupo".