Covid: Galli, 'problema Tpl mai risolto, garanzia sicurezza non esiste'

·1 minuto per la lettura
featured 1490987
featured 1490987

Roma, 31 ago.(Adnkronos Salute) – In vista della riapertura della scuola, per il contenimento dei contagi Covid, "il problema dei trasporti pubblici non è mai stato risolto. Non so, del resto, quanto possa essere risolvibile nel breve termine, non è mia competenza. E' chiaro che una situazione ottimale, dal punta di visto sanitario, sarebbe quella di avere garanzie di scurezza in questo settore. Ma è altrettanto vero che la garanzia non esiste". A parlare, all'Adnkronos Salute, è Massimo Galli, docente di Malattie infettive all'università Statale e primario al Sacco di Milano.

A questo punto, con l'avvio imminente delle attività scolastiche, dice Galli, "dobbiamo adattarci a quello che abbiamo, cercando di fare ciò che materialmente è possibile fare. Non trovo verosimile che sui trasporti si riesca a praticare un'operazione di controllo serio. E, del resto, non è facile fare una serie di verifiche che farebbero gridare a molti allo stato di polizia, magari agli stessi che oggi lamentano il contrario".

Per Galli, al momento, quindi, "l'unica opzione è il richiamo alla responsabilità individuale. Il peso che si accumula sulle spalle di coloro che non accettano di fare il vaccino, che non accettano di partecipare alla volontà generale di proteggersi, è grave. E' un atteggiamento che ha un alto costo e crea problemi a tutta la collettività. Il vaccino non si fa solo per se stessi ma per tutti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli