Covid GB, 18.950 contagi e 136 morti. Johnson: "Nuovo lockdown inevitabile"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati nel Regno Unito 18.950 nuovi contagi, con 136 decessi. Il totale delle infezioni accertate dall'inizio della pandemia sale a 1.053.864, con un totale di 46.853 morti.

"Di fronte agli ultimi dati non ci sono alternative" ad un nuovo lockdown a livello nazionale. Con queste parole, il premier Boris Johnson ha illustrato alla Camera dei Comuni la decisione di una nuova serrata, dicendosi "veramente dispiaciuto per l'angoscia che verrà imposta con queste restrizioni". Tuttavia, ha spiegato, "non torneremo a un lockdown totale", poiché le scuole, le università e gli asili rimarranno aperti. Le nuove misure rimarranno in vigore fino al 2 dicembre, dopo di che il Paese tornerà ad un approccio regionale, nel quale le misure restrittive verranno imposte in base alla situazione dei contagi nelle varie aree. Johnson ha riferito che ci sono "reali prospettive" di avere un vaccino nel "primo trimestre del prossimo anno". Con l'introduzione di nuovi "sofisticati mezzi" per effettuare "test istantanei", ha aggiunto, sarà possibile sconfiggere il virus "entro la primavera".