Covid, Gb chiarisce: "No a mix di vaccini diversi"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

No al mix fra due vaccini anti covid diversi come Pfizer e AstraZeneca fra una somministrazione e l'altra. Questo quanto chiarito stamane dall'autorità sanitaria pubblica inglese (Phe). "Non raccomandiamo di mescolare i vaccini per il Covid-19. Se la vostra prima dose è Pzifer non dovete ricevere la seconda da AstraZeneca o viceversa", ha spiegato oggi a Sky la dottoressa Mary Ramsay, responsabile per l'immunizzazione della Phe. La precisazione si è resa necessaria dopo che il 31 dicembre il governo britannico ha diffuso linee guida che permettono la somministrazione della seconda dose con un vaccino diverso, in caso il primo tipo non sia disponibile, oppure non si sappia di che tipo era la prima dose.

Attualmente in Gran Bretagna i vaccini distribuiti sono Pfizer-BioNTech, ma dalla settimana prossima si userà anche AstraZeneca. Entrambi i vaccini prevedono due dosi, ma funzionano in modo diverso. Secondo Ramsey, l'uso dei due vaccini sulla stessa persona potrà accadere solo "in occasioni estremamente rare". "Deve essere fatto ogni sforzo per dare lo stesso vaccino, ma se non fosse possibile è meglio una seconda dose di un altro vaccino che niente", ha affermato.

Sky intervista intanto un altro esperto che sconsiglia fortemente di mescolare i due vaccini, parlando di "un grosso azzardo". "Non ci sono prove, potrebbe funzionare, ma anche no", ha affermato Simon Clarke, professore associato di microbiologia all'università di Reading. "Le conseguenze, se si sbaglia, sono enormi" - ha rimarcato - "potrebbero significare il fallimento del programma di vaccinazioni ora che abbiamo questa nuova variante. Ci sono reali possibilità che non funzioni, nessuno lo sa".