Covid, a Genova 400 ristoratori in corteo: “Vogliamo lavorare”

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Genova, 22 mar. (askanews) - A Genova nuovo corteo di protesta dei ristoratori contro le restrizioni anti Covid. Circa 400 persone si sono radunate intorno alle 16 nella centralissima piazza De Ferrari, per poi sfilare in corteo attraverso le principali vie dello shopping, invitando i commercianti a unirsi alla protesta.

Alla manifestazione, che sta creando gravi disagi al traffico in città, partecipano anche baristi, titolari di palestre e impianti sportivi, negozianti, lavoratori del settore turistico e tassisti. Molti gli slogan contro il governo Draghi da parte dei manifestanti, che giudicano inadeguato il "decreto sostegni" approvato nei giorni scorsi dal Consiglio dei ministri.

Il corteo si è fermato per qualche minuto anche davanti alla sede regionale della Uil di piazza Colombo, dove sono stati intonati cori contro i sindacati, che secondo gli organizzatori della protesta non avrebbero tutelato abbastanza le categorie più colpite dalle restrizioni. Durante il corteo, aperto da uno striscione con scritto "protesta ligure", i manifestanti hanno effettuati diversi blocchi stradali al grido "lavoro lavoro".