Covid, in Germania mercatini di Natale a rischio

·1 minuto per la lettura
featured 1540561
featured 1540561

Dresda (Germania), 17 nov. (askanews) – Ultimi preparativi a Dresda, in Germania: si montano le insegne e si finiscono di allestire le tipiche casette di legno anche se il destino del famoso “Striezelmarkt”, il più antico mercatino di Natale della Germania, è appeso a un filo.

I commercianti, le cui bancarelle sono ormai quasi tutte pronte, aspettano nervosamente la decisione delle autorità davanti a un crescente numero di contagi e decessi per il Covid-19.

I mercatini di Natale attirano ogni anno milioni di turisti ma la pandemia già lo scorso anno ha fatto saltare la stagione. Quello di Dresda da solo, richiama oltre tre milioni di visitatori all’anno, e per chi ci lavora rappresenta oltre il 50% del fatturato.

“Al momento penso che il problema sia che i commercianti si sentono un po’ abbandonati – dice un venditore di bevande e specialità gastronomiche del mercatino – non sappiamo cosa succederà, se apriremo, se le regole saranno cambiate. E nelle notti insonni pensiamo alla merce che viene ordinata. Nessuno ci dà informazioni su cosa succederà e quando”.

“Possiamo accettare che la città dica che in queste condizioni non possiamo organizzare un mercatino – aggiunge un venditore di pezzi d’artigianato – in un certo senso è comprensibile, ma i commercianti che hanno investito molto denaro devono essere ricompensati. E al momento il problema è che la città non vuole dire quanto potrebbe pagare come risarcimento”.

Con quasi 300 morti in 24 ore e oltre 50mila nuovi casi il Paese ha deciso per misure più severe. Gli Stati potranno infatti introdurre nuove restrizioni in luoghi pubblici e privati,

compresi gli amati mercatini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli